Era il 1991 e Angelo Torcolini partorì la Corsa delle botti di Costacciaro, da svolgersi nel periodo di S. Martino (11 novembre) per festeggiare il periodo della vinificazione.

Furono due le contrade, o Hostarie, chiamate a parteciparvi: Costacciaro capoluogo (Hostaria de la Porta) e Villa Col de' Canali insieme alle altre frazioni (Hostaria de la Rocca). Il circuito, per dirla alla F1, è un tracciato cittadino che si snoda per 650 metri di strettoie, staccate e falsi piani nel centro storico.

Ad inseguire la vittoria e trainare ogni botte sono 20 giovani Bottaioli, divisi in 5 mute che si alternano nella corsa. Il loro avvicendamento è qualcosa di unico, a metà strada tra un pit-stop di Formula 1 e un cambio tra gli staffettisti di una 4x100 di atletica.

Due sole manche da un giro secco ciascuna. Una volta l'Hostaria è in pole position, una volta parte in scia. Il primo tra Verdi (Hostaria de la Rocca) e Blu (Hostaria de la Porta) come somma di tempi si aggiudica la Corsa.

 

Per info: www.corsadellebotti.it

Ringraziamo di cuore Paolo, giovane contributor e curatore del blog Folle di Corsa. 

http://folledicorsa.blogspot.it

Twitter (@folledicorsa)

Facebook (pagina di Folle di corsa)

Google Plus (+Folledicorsa)

folledicorsa@gmail.com

 

La Corsa delle Botti di Costacciaro (PG)

Fonte foto: Blog Folle di Corsa, sito internet evento e/o siti collegati

  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black

© 2017 by INN Itinere

INN Itinere

Italy

innitinere@gmail.com

  • facebook
  • Twitter